Dipartimento politiche antidroga
 

Ti trovi in: Home : Attività Internazionale : ONU :

ONU

Commission Narcotic Drugs - Presentazione

onu.098jpgLa Commissione Stupefacenti (CND) è stata istituita dal Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) con la risoluzione 9 (I) del 16 febbraio 1946, quale suo organo sussidiario in materia di droga. L'ECOSOC, nella sua risoluzione 1991/49 ha ampliato la membership della Commissione da 40 a 53 membri, suddivisi per aree geografiche:

  • undici per il continente africano;
  • undici per il continente asiatico;
  • dieci per l'America latina e i Caraibi;
  • sei per l'Europa Orientale;
  • quattordici per l'Europa Occidentale e altri Stati (l'Italia, attualmente membro, è stata rieletta come membro per il triennio 2012-2015);
  • un posto a rotazione per gli Stati dell'Asia, dell'America latina e dei Caraibi ogni quattro anni.

In conformità con la risoluzione 845 del Consiglio (XXXII) e 1147 (XLI), i membri sono eletti: (a) tra gli Stati membri delle Nazioni Unite e membri delle agenzie specializzate e tra gli Stati parti della Convenzione Unica sugli stupefacenti del 1961, (b) tenendo in debito conto l'adeguata rappresentanza dei Paesi che sono grandi produttori di oppio o di foglie di coca, di Paesi che sono importanti nel settore della fabbricazione di stupefacenti, e dei Paesi in cui i tossicodipendenti e il traffico illecito di stupefacenti costituisce un problema importante e (c), tenendo conto del principio di un'equa distribuzione geografica.

I membri adottano le loro decisioni e risoluzioni tramite consensus o votazione, eccetto per la classificazione delle sostanze, per cui è obbligatorio il voto della maggioranza dei due terzi.

 

Redatta dall'Unità Affari Internazionali del Dipartimento Politiche Antidroga
(19 Febbraio 2010)

Piede pagina