Dipartimento politiche antidroga
 

Ti trovi in: Home : Attività Internazionale : ONU :

ONU

Compiti e funzioni

incb_annual_report2006_3

INCB si occupa:

  • 1. Riguardo alla produzione, al commercio e al consumo di droga:
  • - di assicurare, in cooperazione con i governi, che adeguate forniture di droga siano disponibili per usi medici e scientifici e che non si verifichi la diversione di droga nel traffico illecito;

2. Riguardo alla produzione, al traffico e all'uso illecito di droga:
- individua i punti deboli dei sistemi di controllo nazionali ed internazionali e contribuisce a correggere tali situazioni;
- è responsabile di valutare i precursori utilizzati nella produzione illegale di droga, per stabilire se questi debbano essere posti sotto il controllo internazionale.

Nell'espletamento delle sue responsabilità, l'INCB:

- Monitora e promuove le misure prese dai Governi per prevenire la diversione dei Precursori;
- Analizza le informazioni fornite dai Governi, dagli organi delle Nazioni Unite, dalle Agenzie specializzate e da altre Organizzazioni internazionali competenti, con lo scopo di assicurare che le disposizioni dei trattati internazionali sul controllo delle droghe siano adeguatamente attuate dai Governi e raccomanda tali misure;
- Se prende atto del fatto che le misure necessarie per rimediare a situazioni gravi non sono state prese, può richiamare l'attenzione delle parti interessate, della Commissione Stupefacenti (CND) e del Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC).

Per realizzare gli scopi dei trattati, l'Ufficio mantiene contatti continui con i Governi, attraverso regolari consultazioni e missioni realizzate con il coinvolgimento dei Governi.

L'INCB pubblica un Rapporto Annuale sulle proprie attività, che viene sottoposto al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) attraverso la Commissione.

Il Rapporto attua una valutazione completa sulla situazione del controllo della droga in varie parti del mondo. In esso l'INCB, in quanto organo imparziale, cerca di prevedere le tendenze pericolose e suggerisce le misure necessarie da prendere. Il Rapporto Annuale è completato dai rapporti tecnici sugli stupefacenti e le sostanze psicotrope, dando un resoconto dettagliato delle stime delle richieste legittime annuali in ogni Paese, così come le informazioni su produzione, manifattura, commercio e consumo illegali di queste droghe nel mondo. Il Rapporto Annuale è completato anche dal rapporto della Commissione Stupefacenti (CND) sull'attuazione dell'art. 12 della Convenzione del 1988, che contiene un'analisi delle misure che i Governi hanno preso contro la diversione dei precursori e la tendenza al traffico illegale di queste sostanze.

Dal 1992, il primo capitolo del Rapporto Annuale è dedicato ad una specifica questione del controllo delle droghe, in cui l'INCB presenta le proprie conclusioni e raccomandazioni al fine di contribuire alle discussioni e alle decisioni sulle politiche da seguire per il controllo della droga a livello regionale, nazionale ed internazionale.

Redatta dall'Unità Affari Internazionali del Dipartimento Politiche Antidroga

Piede pagina