Dipartimento politiche antidroga
 

Ti trovi in: Home : Attività Internazionale : ONU :

ONU

UNODC - Presentazione

UNODCL'UNODC è un'Agenzia delle Nazioni Unite, leader globale nella lotta contro la droga e la criminalità internazionale. Fondato nel 1997 dalla fusione tra il Programma delle Nazioni Unite sul Controllo della Droga e il Centro per la prevenzione della criminalità, l'UNODC opera in tutte le regioni del mondo attraverso una vasta rete di uffici sul campo. Per il novanta per cento del suo bilancio si basa su contributi volontari, soprattutto da parte dei governi.

Tale organizzazione ha il compito di assistere gli Stati membri nella loro lotta contro la droga, la criminalità e il terrorismo. Nella Dichiarazione del Millennio, adottata dall'Assemblea Generale alla sua 55ma sessione con la risoluzione 55/2 dell'8 settembre 2000, gli Stati membri hanno inoltre deciso di intensificare gli sforzi per combattere il crimine transnazionale in tutte le sue dimensioni, a raddoppiare gli sforzi per attuare l'impegno per contrastare il problema mondiale della droga e di intraprendere azioni concertate contro il terrorismo internazionale.

I tre pilastri del programma di lavoro dell'UNODC sono:

  • progetti sul campo di cooperazione tecnica per rafforzare la capacità degli Stati membri di contrastare le droghe, la criminalità e il terrorismo;
  • Ricerca e analisi: per migliorare la conoscenza e la comprensione dei fenomeni droga e crimine e stimolare, sulla base dei dati acquisiti, l'adozione d'idonee decisioni politiche e operative;
  • lavoro normativo per assistere gli Stati nella ratifica e nell'attuazione di importanti trattati internazionali, nello sviluppo della legislazione nazionale in materia di droga, criminalità e terrorismo. A tal fine, l'Ufficio mette a disposizione servizi sostanziali e di segretariato a beneficio d'entità governative e d'autorità competenti per la ratifica ed esecuzione dei trattati.

L'UNODC ha come obiettivo quello di rafforzare l'azione internazionale contro la produzione, il traffico e le attività criminali connesse alla droga. A ciò si affianca un'attività di prevenzione e recupero delle tossicodipendenze, che passa anche attraverso la sensibilizzazione, tramite campagne mondiali, ai pericoli connessi al consumo di droga. L'organizzazione affronta tutti gli aspetti del problema della droga:

  1. riduzione della domanda, compresi prevenzione, cura, riabilitazione e l'evitare le conseguenze negative sulla salute e sociali dell'abuso di droghe;
  2. riduzione dell'offerta, compresi lo sviluppo alternativo e il law enforcement, e servizi legislativi e di consulenza istituzionale per rafforzare la capacità dei governi di attuare le Convenzioni internazionali sul controllo della droga.

L'UNODC è, inoltre, attivo nel sostenere programmi di prevenzione dell'HIV e nel comprendere tali componenti nei propri programmi di riduzione della domanda di droghe, rivolgendosi, in particolare, ai giovani e ai gruppi ad alto rischio. A differenza di altri organismi delle Nazioni Unite, come l'OMS e l'UNAIDS, non promuove politiche di riduzione del danno sulla base dei dati dell'esperienza, come le stanze del buco e la somministrazione controllata di eroina.

Nel perseguimento dei suoi obiettivi, l'UNODC conduce un ampio ventaglio d'attività: dai progetti di sviluppo alternativo al monitoraggio di coltivazioni illecite, dai programmi contro il riciclaggio di denaro sporco alle misure di prevenzione, recupero e reinserimento sociale delle vittime della droga.

In aggiunta, l'UNODC opera per rafforzare le misure di prevenzione del crimine, fornendo assistenza nel campo della riforma della giustizia penale. A richiesta dei paesi membri, l'Ufficio opera per contribuire al rafforzamento dello stato di diritto, promuovendo sistemi di giustizia penale stabili che consentano di contrastare efficacemente le crescenti minacce rappresentate da crimine organizzato transnazionale, traffico di esseri umani, corruzione e riciclaggio di denaro.

L'Ufficio conta circa 500 funzionari distribuiti tra Vienna, sede centrale, e gli uffici sul campo.
Quest'ultimi costituiscono una rete di 21 sedi regionali e nazionali, cui si affiancano due uffici di raccordo, rispettivamente a New York e Bruxelles.

L'Ufficio è guidato da un direttore esecutivo, nominato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite. Attualmente, tale posizione è occupata da Yuri Fedotov che detiene anche la posizione di Direttore Generale dell'Ufficio delle Nazioni Unite a Vienna. Gli obiettivi a lungo termine sono quelli di aiutare i governi a gestire le questioni legate alla droga, alla criminalità, al terrorismo, alla corruzione, a massimizzare la conoscenza su questi temi tra istituzioni governative e agenzie, e anche ad aumentare la consapevolezza di tali questioni tra l'opinione pubblica, a livello nazionale, comunitario e globale.

 

Redatta dall'Unità Affari Internazionali del Dipartimento Politiche Antidroga
(aggiornato al 6 Giugno 2011)

Piede pagina