Dipartimento politiche antidroga
 

Ti trovi in: Home : Attività Internazionale : UE :

UE

Presentazione

commissione_europeaL'Unione europea è un soggetto politico a carattere sovranazionale e intergovernativo che, dal 1° luglio 2013, comprende 28 Paesi membri indipendenti e democratici[1], che hanno aderito in diverse fasi; sono Paesi candidati la Croazia, la Macedonia e la Turchia. La sua istituzione sotto il nome attuale risale al trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992, entrato in vigore il 1º novembre 1993.

L'Unione europea non è una semplice organizzazione intergovernativa (come le Nazioni Unite) né una federazione di Stati (come gli Stati Uniti d'America), ma un organismo sui generis, alle cui istituzioni gli Stati membri delegano parte della propria sovranità nazionale. Le sue competenze spaziano dagli affari esteri alla difesa, alle politiche economiche, all'agricoltura, al commercio e alla protezione ambientale. In alcuni di questi campi le funzioni dell'Unione europea la rendono simile a una federazione di stati (per esempio, per quanto riguarda gli affari monetari o le politiche ambientali); in altri settori, invece, l'Unione è più vicina ad una confederazione (per esempio, per quanto riguarda gli affari interni) o a un'organizzazione internazionale (come per la politica estera).

Da semplice organizzazione internazionale, l'Unione europea, nel corso degli anni, ha gradualmente acquisito numerose prerogative tipiche di una federazione, con il progressivo trasferimento di poteri e di sovranità dagli Stati membri agli organismi comunitari. Essa si fonda tuttora su trattati internazionali recepiti a livello interno da tutti gli Stati membri ma ha assunto personalità giuridica propria.

La prima unione doganale fra Paesi europei, la cosiddetta Comunità Economica Europea, fu istituita mediante il Trattato di Roma del 1957 da 6 Stati - Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi (membri fondatori della CEE) - e implementata nel 1958; successivamente rinominata Comunità europea, è oggi uno dei tre pilastri dell'Unione europea, secondo i dettami del Trattato di Maastricht che ha introdotto l'unione politica, nei campi della "Giustizia e affari interni" e della "Politica estera e di sicurezza comune".

 

Redatta dall'Unità Affari Internazionali del Dipartimento Politiche Antidroga
(5 Febbraio 2010)

 


[1] Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Indice

Programma di Stoccolma

Gruppo Orizzontale Droga

Coordinatori nazionali

Gruppo di Dublino

Piani d'azione

Conferenze

Piede pagina