Dipartimento politiche antidroga
 

Report NEWS 2013

Presentazione

news 2013In conformità a disposizioni Europee in materia, il Dipartimento Politiche Antidroga ha attivato anche nel nostro Paese, alla fine del 2008, il Sistema Nazionale di Allerta Precoce e Risposta Rapida per le Droghe - National Early Warning System (N.E.W.S.). Il Sistema, che ha sede presso l'Osservatorio Nazionale del Dipartimento Politiche Antidroga, nasce con l'obiettivo, da un lato, di individuare precocemente i fenomeni potenzialmente pericolosi per la salute pubblica correlati alla comparsa di nuove sostanze e di nuove modalità di consumo, dall'altro, di attivare segnalazioni di pre-allerta od allerta che tempestivamente coinvolgano le strutture deputate alla tutela della salute e responsabili della eventuale attivazione di misure in risposta alle emergenze. Oltre alla gestione delle segnalazioni in entrata (input) e delle comunicazioni in esterno (output), il Sistema ha realizzato, negli ultimi quattro anni, una serie di attività che hanno contribuito significativamente a ridurre la circolazione di nuove sostanze psicoattive sul nostro Paese e a contenere quindi, tra i consumatori, episodi di intossicazione anche letale. La proficua collaborazione con l'Osservatorio Europeo, attraverso il Punto Focale Nazionale del Dipartimento Politiche Antidroga, ha consentito di rendere estremamente rapidi gli scambi informativi tra il livello europeo e quello nazionale e di far conoscere agli altri Stati Membri le strategie di azione e i prodotti del Sistema di Allerta italiano. In questo report vengono riassunte le attività e i principali risultati che il Sistema ha raggiunto nel corso di questi quattro anni, soprattutto grazie al lavoro e alla collaborazione dei propri centri collaborativi, ed in particolare dei coordinamenti interni del Sistema - Istituto Superiore di Sanità, Centro Antiveleni di Pavia, Dipartimento delle Dipendenze ULSS 20 Verona. Alla luce dei risultati che vengono di seguito riportati, auspico che il Sistema continui il proprio lavoro anche per i prossimi anni con la medesima energia e con la stessa efficacia mostrata in questi primi quattro anni di attività, testimoniando come la collaborazione e l'impegno possano portare a risultati utili per tutta la comunità.

Presentazione
In conformità a disposizioni Europee in materia, il Dipartimento Politiche Antidroga ha attivato anche nel nostro
Paese, alla fine del 2008, il Sistema Nazionale di Allerta Precoce e Risposta Rapida per le Droghe - National Early
Warning System (N.E.W.S.). Il Sistema, che ha sede presso l'Osservatorio Nazionale del Dipartimento Politiche
Antidroga, nasce con l'obiettivo, da un lato, di individuare precocemente i fenomeni potenzialmente pericolosi per la
salute pubblica correlati alla comparsa di nuove sostanze e di nuove modalità di consumo, dall'altro, di attivare
segnalazioni di pre-allerta od allerta che tempestivamente coinvolgano le strutture deputate alla tutela della salute e
responsabili della eventuale attivazione di misure in risposta alle emergenze.
Oltre alla gestione delle segnalazioni in entrata (input) e delle comunicazioni in esterno (output), il Sistema ha
realizzato, negli ultimi quattro anni, una serie di attività che hanno contribuito significativamente a ridurre la
circolazione di nuove sostanze psicoattive sul nostro Paese e a contenere quindi, tra i consumatori, episodi di
intossicazione anche letale.
La proficua collaborazione con l'Osservatorio Europeo, attraverso il Punto Focale Nazionale del Dipartimento
Politiche Antidroga, ha consentito di rendere estremamente rapidi gli scambi informativi tra il livello europeo e quello
nazionale e di far conoscere agli altri Stati Membri le strategie di azione e i prodotti del Sistema di Allerta italiano.
In questo report vengono riassunte le attività e i principali risultati che il Sistema ha raggiunto nel corso di questi
quattro anni, soprattutto grazie al lavoro e alla collaborazione dei propri centri collaborativi, ed in particolare dei
coordinamenti interni del Sistema - Istituto Superiore di Sanità, Centro Antiveleni di Pavia, Dipartimento delle
Dipendenze ULSS 20 Verona.
Alla luce dei risultati che vengono di seguito riportati, auspico che il Sistema continui il proprio lavoro anche per i
prossimi anni con la medesima energia e con la stessa efficacia mostrata in questi primi quattro anni di attività,
testimoniando come la collaborazione e l'impegno possano portare a risultati utili per tutta la comunitIn conformità a disposizioni Europee in materia, il Dipartimento Politiche Antidroga ha attivato anche nel nostro Paese, alla fine del 2008, il Sistema Nazionale di Allerta Precoce e Risposta Rapida per le Droghe - National Early Warning System (N.E.W.S.). Il Sistema, che ha sede presso l'Osservatorio Nazionale del Dipartimento Politiche Antidroga, nasce con l'obiettivo, da un lato, di individuare precocemente i fenomeni potenzialmente pericolosi per la salute pubblica correlati alla comparsa di nuove sostanze e di nuove modalità di consumo, dall'altro, di attivare segnalazioni di pre-allerta od allerta che tempestivamente coinvolgano le strutture deputate alla tutela della salute e responsabili della eventuale attivazione di misure in risposta alle emergenze. Oltre alla gestione delle segnalazioni in entrata (input) e delle comunicazioni in esterno (output), il Sistema ha realizzato, negli ultimi quattro anni, una serie di attività che hanno contribuito significativamente a ridurre la circolazione di nuove sostanze psicoattive sul nostro Paese e a contenere quindi, tra i consumatori, episodi di intossicazione anche letale. La proficua collaborazione con l'Osservatorio Europeo, attraverso il Punto Focale Nazionale del Dipartimento Politiche Antidroga, ha consentito di rendere estremamente rapidi gli scambi informativi tra il livello europeo e quello nazionale e di far conoscere agli altri Stati Membri le strategie di azione e i prodotti del Sistema di Allerta italiano. In questo report vengono riassunte le attività e i principali risultati che il Sistema ha raggiunto nel corso di questi quattro anni, soprattutto grazie al lavoro e alla collaborazione dei propri centri collaborativi, ed in particolare dei coordinamenti interni del Sistema - Istituto Superiore di Sanità, Centro Antiveleni di Pavia, Dipartimento delle Dipendenze ULSS 20 Verona. Alla luce dei risultati che vengono di seguito riportati, auspico che il Sistema continui il proprio lavoro anche per i prossimi anni con la medesima energia e con la stessa efficacia mostrata in questi primi quattro anni di attività, testimoniando come la collaborazione e l'impegno possano portare a risultati utili per tutta la comunità.

Piede pagina